Sorgente - Conservazione Cellule Staminali
Centro assistenza clienti

La trasmissibilità dell’infezione da SARS-Cov2 durante la gravidanza: un nuovo studio su Nature

Film di cellule mesenchimali da tessuto cordonale per la terapia cardiaca
Quali sono gli studi neurologici per uso di cellule neonatali presso la Duke University?
Show all

La trasmissibilità dell’infezione da SARS-Cov2 durante la gravidanza: un nuovo studio su Nature

La sindrome respiratoria acuta indotta da SARS-Cov2 ha toccato nicchie di popolazione che si trovano in condizioni immunitarie più fragili, come le donne in gravidanza. Si contano 150 milioni di nascite al mondo e il rischio di trasmissione avrebbe potuto essere dilagante ma i risultati di uno studio appena riportato su Nature indicano un indice di trasmissibilità da mamma a feto veramente residuale.

Benché la popolazione di donne gravide abbia un rischio di contrarre l’infezione analogo alle donne di pari età cosi come accade con il virus dell’influenza, i sintomi delle donne in attesa sono più gravi e questo per via di una fragilità immunitaria durante il periodo di gravidanza. Le donne in attesa ricorrono alle terapie intensive più spesso con necessità di supporto di ventilazione e di circolazione che a volte conduce anche alla morte.

La sindrome respiratoria acuta indotta da SARS-Cov2 ha toccato nicchie di popolazione che si trovano in condizioni immunitarie più fragili, come le donne in gravidanza. Si contano 150 milioni di nascite al mondo e il rischio di trasmissione avrebbe potuto essere dilagante ma i risultati di uno studio appena riportato su Nature indicano un indice di trasmissibilità da mamma a feto veramente residuale. La viremia riscontrata nel 8-40% dei casi porta a manifestazioni extra-polmonari che coinvolgono altri organi. Nel 25% dei casi si è manifestato un coinvolgimento cardiaco che avrebbe potuto indicare una complicazione e una eventuale trasmissione al feto ma, di fatto, questo si è verificato in un numero limitatissimo di casi, solo il 2-3%.

Il lavoro condotto dal team della Columbia University, analizza da vicino la trasmissibilità al feto e riporta 66 casi dove non si è verificata alcuna infezione fetale e per i quali è stata condotta una indagine approfondita della presenza dei recettori virali, della moltiplicazione virale e dei sintomi materni.

Il report scientifico appena pubblicato su Nature conferma i dati di scarsa trasmissibilità del virus Sars-Cov2 durante la gravidanza anche se le donne in attesa sembrano avere maggiore rischio di essere affette rispetto a donne della stessa età. Le condizioni cliniche severe delle donne in gravidanza sono associate a una maggior presenza del recettore ACE2.

Fonte: Nature

"Siamo davvero rimasti soddisfatti, azienda seria, tutor sempre a disposizione, personale competente e professionale. Complimenti!"
Badalà/Lombardo (Cliente Sorgente)

Leggi i commenti lasciati dai nostri clienti.

Recensioni Verificate
Show Buttons
Hide Buttons