"Siamo davvero rimasti soddisfatti, azienda seria, tutor sempre a disposizione, personale competente e professionale. Complimenti!"

Badalà / Lombardo (Cliente Sorgente)



 

Seguici su

Scrivici
 

Rassegna Stampa Ottobre 2014

Le cellule staminali potrebbero riparare la retina danneggiata
È quanto emerge da una recente ricerca scientifica portata avanti dagli studiosi dell’Advanced Cell Technology (in America) e pubblicata sulla rivista Lancet: il coordinatore della ricerca, Robert Lanza, ha dichiarato che la scoperta potrebbe rappresentare un grande passo in avanti per la ricerca sulle staminali, in quanto queste potenti cellule potrebbero riuscire a riparare la retina compromessa grazie al loro punto di forza, la rigenerazione.
Le cellule staminali sono cellule molto potenti ed attive, sulle quali si basa la medicina rigenerativa: queste cellule, infatti, hanno la potenzialità di trasformarsi in qualunque altra cellula del corpo, dando vita ad un processo di differenziazione e di riparazione dei tessuti danneggiati.
Gli studiosi hanno utilizzato le cellule staminali per riparare la retina danneggiata nei pazienti sottoposti allo studio: i risultati della ricerca, che ha coinvolto 18 pazienti (in particolare pazienti affetti da distrofia retinica di Stargardt degenerazione maculare) hanno rivelato che la metà dei pazienti è riuscita, a distanza di tre anni dall’intervento, a riacquistare una visione parziale.
Fonte: La Stampa
Print Bookmark and Share

 
  Guida sulle Cellule Staminali  
Gratis a casa tua.
Richiedila ora!
Clicca qui  

 
  Il Kit di raccolta Sorgente  
Hai già deciso?
Richiedilo ora!
Clicca qui  

 
  Ti ricontattiamo scegli quando!  
Maggiori info?
Decidi tu quando
essere ricontattato.
Clicca qui  

 
  A partire da meno di 3€ al giorno*  
Scegli la modalità di pagamento più adatta a te!
*per 24 mesi
Clicca qui  

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo