"Siamo davvero rimasti soddisfatti, azienda seria, tutor sempre a disposizione, personale competente e professionale. Complimenti!"

Badalà / Lombardo (Cliente Sorgente)



 

Seguici su

Scrivici
 

Rassegna Stampa Dicembre 2014

Nuove speranze per il trattamento del deficit di cellule staminali limbali
Nuove speranze all’orizzonte per i pazienti affetti dal deficit di cellule staminali limbali, noto anche come LSCD o limbal stem cell deficiency: il disturbo, che può essere di diversa gravità, ha la sua origine nelle lesioni oculari, che possono essere provocate da fattori fisici o chimici. Se non correttamente trattata, questa patologia può avere gravi conseguenze, non ultima la cecità. La nuova speranza per il trattamento di questa rara malattia – di cui soffrono, in Europa, circa 3.3 persone su 100 mila – consiste nella possibilità di utilizzare un farmaco a base di cellule staminali. Ad accettare la richiesta avanzata da Chiesi Farmaceutici S.p.A. è stato il Comitato per i Medicinali per Uso Umano (Chmp): il farmaco – prodotto a partire dalle cellule prelevate per mezzo di una biopsia del limbus dell’occhio non colpito dalla patologia – potrebbe rappresentare una grande passo in avanti per l’innovazione medica e farmaceutica nel settore. Poiché attualmente il farmaco ha ottenuto un’autorizzazione vincolata, sarà tuttavia necessario approfondire gli studi sull’utilizzo di questo trattamento.

FONTE: Pharmastar
Print Bookmark and Share

 
  Guida sulle Cellule Staminali  
Gratis a casa tua.
Richiedila ora!
Clicca qui  

 
  Il Kit di raccolta Sorgente  
Hai già deciso?
Richiedilo ora!
Clicca qui  

 
  Ti ricontattiamo scegli quando!  
Maggiori info?
Decidi tu quando
essere ricontattato.
Clicca qui  

 
  A partire da meno di 3€ al giorno*  
Scegli la modalità di pagamento più adatta a te!
*per 24 mesi
Clicca qui  

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo