Sorgente - Conservazione Cellule Staminali
Centro assistenza clienti

Cosa sono

Cosa sono le cellule staminali

"Le cellule staminali sono cellule primitive non ancora dotate di specializzazione, ma capaci di trasformarsi in diversi tipi di cellule del corpo, con funzioni speciali".
(Prof. Olle Lindvall, neurologo e candidato premio Nobel)

Le cellule staminali sono cellule "madri", di cui non è ancora definita la funzione all’interno dell’organismo. Queste rimangono immature, finché non interviene uno stimolo che le induce a differenziarsi in cellule specializzate per adempiere ad una specifica funzione (diventare organi o tessuti).

Le cellule staminali sono cellule che hanno il potenziale di svilupparsi in molti dei tipi cellulari del corpo sia durante i primi mesi di vita dell’individuo sia durante la crescita. In aggiunta, durante tutta la vita dell’essere umano o animale, all’interno di molti tessuti fungono da sistema riparatore interno, con la capacità di replicarsi illimitatamente per rimpiazzare altre cellule danneggiate o morte. Quando una cellula staminale si divide, ciascuna nuova cellula originata da essa ha il potenziale sia di rimanere una cellula staminale progenitrice, sia di specializzarsi in qualsiasi altro tipo di cellula con una funzione specifica, come ad esempio una cellula muscolare, del sangue o del sistema nervoso.

Le staminali sono cellule speciali capaci di riprodurre se stesse:

rimanendo identiche (autoriproduzione) Cellula Staminale Autoriproduzione cellula staminale (autoriproduzione)
generando cellule diverse (specializzazione) Cellula Staminale Specializzazione Cellula Staminale (specializzazione)

Esempi di specializzazione delle cellule staminali:

Nel 1978 si scopre la presenza di cellule staminali nel cordone ombelicale.

Nel 1981 per la prima volta le staminali sono isolate in un embrione animale.

Nel 1998 James Thomson, Università di Madison Wisconsin, scopre la prima linea di cellule staminali embrionali umane. Si trattava di cellule indifferenziate capaci di dare origine a 210 tipi di cellule diverse. La rivista Science nel 1999 l’ha definita la scoperta dell’anno.

Nel 2007 Premio Nobel per la fisiologia e la medicina a Capecchi, Evans e Smithies per aver utilizzato le staminali per creare modelli di studio di alcune gravi patologie.

Nel 2009 il Ministero della Salute Italiano riconosce l'utilità clinica delle staminali del cordone ombelicale e indica oltre ottanta patologie trattabili con queste cellule.

"Siamo davvero rimasti soddisfatti, azienda seria, tutor sempre a disposizione, personale competente e professionale. Complimenti!"
Badalà/Lombardo (Cliente Sorgente)

Leggi i commenti lasciati dai nostri clienti.

Recensioni Verificate

Webinar gratuito

Staminali del cordone ombelicale: tutte le informazioni in diretta

La prof.ssa Irene Martini, direttore scientifico di Sorgente illustrerà in diretta alle famiglie tutte le potenzialità delle cellule staminali da sangue e tessuto cordonale, incluse le applicazioni terapeutiche in corso per curare il coronavirus

Scopri le date dei prossimi incontri