Staminali cordonali migliorano il quadro clinico in un modello murino di sindrome di San Filippo - Conservazione cellule staminali: banca del cordone ombelicale | Sorgente
Sorgente - Conservazione Cellule Staminali
Centro assistenza clienti

Staminali cordonali migliorano il quadro clinico in un modello murino di sindrome di San Filippo

Ringiovanire le cellule staminali del muscolo
24 Febbraio 2014
Fratellini guariscono grazie al trapianto di cellule staminali
12 Marzo 2014
Show all

Staminali cordonali migliorano il quadro clinico in un modello murino di sindrome di San Filippo

La sindrome di San Filippo di tipo III B è una patologia ereditaria caratterizzata da una deficienza dell'enzima N-acetilglucosaminidasi. Questa carenza determina nei pazienti sia deficit neurologici sia un accumulo a livello lisosomiale di eparan solfato. Rice[...]

La sindrome di San Filippo di tipo III B è una patologia ereditaria caratterizzata da una deficienza dell’enzima N-acetilglucosaminidasi. Questa carenza determina nei pazienti sia deficit neurologici sia un accumulo a livello lisosomiale di eparan solfato. Ricerche sperimentali hanno evidenziato che la singola infusione di sangue cordonale in un modello murino di sindrome di San Filippo determinava miglioramenti cognitivi/funzionali. In questo studio sperimentale sono stati verificati gli effetti della somministrazione multipla di sangue cordonale utilizzando il medesimo modello animale. I risultati ottenuti hanno evidenziato che il trattamento non solo normalizzava il comportamento degli animali ma anche che ripristinava l’architettura della regione ippocampale, proteggeva i dendriti e riduceva l’attivazione delle cellule microgliali sopratutto nell’ippocampo e nella corteccia. Come riportato dagli Autori, l’effetto neuroprotettivo indotto dalle cellule cordonali è potenziato da infusioni multiple dello stesso.

Fonte: Cell Transplant.

"Siamo davvero rimasti soddisfatti, azienda seria, tutor sempre a disposizione, personale competente e professionale. Complimenti!"
Badalà/Lombardo (Cliente Sorgente)

Leggi i commenti lasciati dai nostri clienti.

Trust Pilot

Le cellule staminali del cordone ombelicale: una garanzia per la vita

Cellule staminali

Quando parliamo di cellule staminali intendiamo una popolazione eterogenea di cellule accumunate dall’essere indifferenziate e dotate della capacità di autorinnovarsi. In questa popolazione di cellule staminali identifichiamo:

Cellula staminale embrionale
La cellula staminale embrionale è capace, virtualmente, di differenziarsi verso qualsiasi organo o tessuto. Tuttavia, la cellula staminale embrionale è fonte di problematiche etico-morali, in quanto il suo ottenimento è vincolato alla manipolazione e distruzione di un embrione. Al contrario nessun problema etico nasce dall’utilizzo sia della cellula staminale adulta sia della cellula staminale cordonale.

La cellula staminale adulta
La cellula staminale adulta, cosi come la cellula staminale del cordone ombelicale, comprende staminali in grado di originare tutte le cellule della linee ematopoietica (dette cellule staminali ematopoietiche) ma anche cellule staminali (dette cellule staminali mesenchimali) che possono differenziare in cellule cartilaginee, ossee ed adipose. Tuttavia le procedure per il prelievo delle cellule staminali adulte sono invasive, basti pensare alla procedura per l’estrazione del midollo ossseo, mentre il cordone ombelicale è una ricca fonte facilmente ed immediatamente accessibile di cellule staminali.

Le cellule staminali del cordone ombelicale
Le grandi capacità proliferative e differenziative, congiuntamente alla loro immaturità immunologica, rendono le cellule staminali del cordone ombelicale uno strumento ideale in applicazioni di medicina rigenerativa. In aggiunta, recenti evidenze scientifiche dimostrano che è possibile crioconservare per lunghi periodi di tempo, anche 24 anni, le cellule staminali del cordone ombelicale senza che queste, dopo essere state scongelate, risultino essere alterate sia nel loro stato morfologico che in quello funzionale.  Diabete, leucemie acute e croniche, linfomi sono alcune delle patologie per le quali vi è un “uso corrente” di cellule staminali cordonali. Maggiori informazioni sulle cellule staminali del cordone ombelicali (clicca qui)

Banca delle cellule staminali del cordone ombelicale
L’applicazione terapeutica delle cellule staminali del cordone ombelicale giustifica il crescente interesse nella loro crioconservazione ed è