Sorgente - Conservazione Cellule Staminali
Centro assistenza clienti

Cambiare la risposta delle cellule staminali all’infiammazione può invertire il destino della paradontite

La formazione della placenta è il primo step nello sviluppo embrionale: una ricerca inglese pubblicata su Nature
12 October 2020
Progressi nel campo della Medicina Rigenerativa
29 October 2020
Show all

Cambiare la risposta delle cellule staminali all’infiammazione può invertire il destino della paradontite

CAMBRIDGE, MA (US),Ottobre 2020 — La paradontite anche nota come infiammazione delle gengive , è una infezione che colpisce il 50% delle persone dopo i 30 anni di età. Se trascurata, la paradontite può distruggere le gengive e far cadere i denti. Questa patologia è anche associate a rischi cardiovascolari e al diabete.

Il trattamento in corso per la paradontite consiste nell’aprire la gengive e trapiantare matrice ossea per rafforzare i denti. Una nuova ricerca pubblicata su Frontiers in Immunology, riporta che uno specifico tipo di molecola può stimolare le cellule staminali a rigenerare le gengive, bloccando cosi l’infiammazione, causa della patologia. Questi risultati possono essere applicati anche a altre patologie infiammatorie.

Per questo studio, Alpdogan Kantarci, DDS, Ph.D., ha estratto le cellule staminali dalla polpa dei denti del giudizio e le ha messe in coltura. Poi ha aggiunto due tipi di molecole sintetiche chiamate Maresina-1 e Resolvina-E1, entrambe coinvolte nel metabolismo dei lipidi, in particolare degli acidi grassi Omega3. Queste due molecole stimolano le cellule staminali a sviluppare il loro potere rigenerativo e a combattere l’infiammazione.

“Sia la Maresina-1 che la Resolvina-1 riprogrammano il destino cellulare delle cellule staminali umane” conferma il Dott. Kantarci.

Questa scoperta è importante perché consente ai ricercatori di identificare le proteine specifiche coinvolte nell’infiammazione. Le stesse proteine infatti sono coinvolte non solo nella paradontite ma anche in patologie come il diabete, le patologie cardiache, la demenza e l’obesità.

“Ora che abbiamo capito quali molecole stimolano il differenziamento cellulare delle cellule staminali nei diversi tessuti e siamo capaci di controllare l’infiammazione, un giorno saremo in grado di usare questo meccanismo nella costruzione di organi complessi” conclude il dott. Kantarci.

Fonte: Frontiers in Immunology

"Siamo davvero rimasti soddisfatti, azienda seria, tutor sempre a disposizione, personale competente e professionale. Complimenti!"
Badalà/Lombardo (Cliente Sorgente)

Leggi i commenti lasciati dai nostri clienti.

Recensioni Verificate

Webinar gratuito

Staminali del cordone ombelicale: tutte le informazioni in diretta

La prof.ssa Irene Martini, direttore scientifico di Sorgente illustrerà in diretta alle famiglie tutte le potenzialità delle cellule staminali da sangue e tessuto cordonale, incluse le applicazioni terapeutiche in corso per curare il coronavirus

Scopri le date dei prossimi incontri