"Siamo davvero rimasti soddisfatti, azienda seria, tutor sempre a disposizione, personale competente e professionale. Complimenti!"

Badalà / Lombardo (Cliente Sorgente)



 

Seguici su

Scrivici
 

Rassegna Stampa Ottobre 2014

Il trapianto neonatale di staminali previene le anomalie causate dalla sindrome di Hurler
La sindrome di Hurler è una patologia molto rara – colpisce, infatti, un bambino ogni 175mila nati – determinata da alcune mutazioni che si verificano nel gene “IDUA”: ciò provoca, nei neonati affetti da questa malattia, alcune anomalie ossee molto gravi, una disfunzione degli organi ed un ritardo di tipo psicomotorio, rendendo del tutto difficile la conduzione di una vita normale. Ad oggi, il trattamento più indicato consiste nel trapianto di cellule staminali ematopoietiche: il problema è che, poiché i primi sintomi della malattia si manifestano tardi rispetto alle possibilità di trattamento, molto spesso il trapianto non riesce a risolvere del tutto i disturbi. La scoperta del Centro di ricerca italiano Tettamanti – la ricerca è stata svolta in collaborazione con il dipartimento di medicina molecolare dell'Università Sapienza di Roma e il Nemours/Alfred I. duPont Hospital for Children di Wilmington (USA) – ha consentito di verificare sui modelli animali, che se il trapianto di staminali avviene nei primi mesi di vita, permette una maggiore efficacia di trattamento, prevenendo le anomalie scheletriche causate dalla rara patologia.

Fonte: HealthDesk
Print Bookmark and Share

 
  Guida sulle Cellule Staminali  
Gratis a casa tua.
Richiedila ora!
Clicca qui  

 
  Il Kit di raccolta Sorgente  
Hai già deciso?
Richiedilo ora!
Clicca qui  

 
  Ti ricontattiamo scegli quando!  
Maggiori info?
Decidi tu quando
essere ricontattato.
Clicca qui  

 
  A partire da meno di 3€ al giorno*  
Scegli la modalità di pagamento più adatta a te!
*per 24 mesi
Clicca qui  

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo